Niccolò Paganini
I Capricci per violino solo
Giuseppe Gaccetta, violino
1931 - 2000 AAD
Ascolta il CD
Nel 1931, al quarto anno di apprendistato, Giuseppe Gaccetta, allora diciassettenne, venne posto davanti ad un "registratore". Lui, il suo violino e questo "rullo a cera". Poteva fermarsi, durante la registrazione, ma solo tra un Capriccio e l'altro! La tecnologia di allora non consentiva manipolazioni del suono, gli unici "ritocchi" possibili erano: l'accordatura, prima di suonare e la tensione del crine, all'occorrenza. Il risultato della digitalizzazione di quel "master" è un'incisione che non può mancare nel patrimonio discografico di ogni violinista. (ab)

[…] Dopo sessant'anni di silenzio una vicenda umana e artistica è balzata all'attenzione pubblica nell'estate 2OOO, portando con sé l'auspicio di un'arma vincente per Genova, la città di Paganini, ma soprattutto per la cultura musicale tutta: Giuseppe Gaccetta, musicista e falegname oggi ottantasettenne, fu negli anni Trenta strepitoso talento ed allievo prediletto di Francesco Sfilio. Quest'ultimo, didatta clamorosamente dimenticato, spentosi quasi centenario negli anni '70, era a sua volta allievo di Camillo Sivori, unico allievo di Paganini.
Tecnica prodigiosa quella elaborata da Sfilio in una vita di studi, fissata in un metodo strumentale ed in un piccolo volume esplicativo, e soprattutto comunicata oralmente al suo allievo Gaccetta. Tecnica - al tempo osteggiata dai colleghi - che oggi segna una ritrovata "scuola paganiniana", restituendo le scoperte tecniche e le eredità conoscitive raccolte da Sivori, e dunque dall'autore dei Capricci.

Un metodo didattico rivoluzionario che presto verrà insegnato presso il Conservatorio Niccolò Paganini di Genova, in quanto una cattedra verrà appositamente istituita per il Maestro Gaccetta, artista che per oltre mezzo secolo ha scelto di allontanarsi dalla vita musicale ufficiale, e che solo recentemente ha deciso di divulgare il proprio inestimabile patrimonio didattico.
Grazie al sollecito e fattivo interessamento da parte del Direttore del Conservatorio genovese, il Maestro Angelo Guaragna, già attualmente Giuseppe Gaccetta sta tenendo dei seminari conoscitivi presso il "Paganini", destinati a tutti i docenti di strumenti ad arco, in collaborazione con i due più qualificati suoi "discepoli", i violinisti Andrea Franzetti ed Eliano Calamaro.
Proprio la presente incisione inedita dei Capricci dall'archetto di Giuseppe Gaccetta adolescente (realizzata su rullo nel 1931, quando era - diciassettenne - al suo quarto anno di apprendistato!), eccezionale documento sonoro miracolosamente scampato al tempo, parla da solo testimoniando il talento di Gaccetta e parimenti l'essenza rivoluzionaria della scuola violinistica che parte da Paganini ed arriva a questo piccolo grande musicista - falegname genovese.

I Capricci di Gaccetta stravolgono i miti della storia discografica, lasciando puntualmente sbalordito chi ascolta: "In assoluto è un'incisione che sta al livello delle più grandi della storia discografica dei Capricci - commenta Giulio Franzetti, per trent'anni primo violino alla Scala - ma se consideriamo l'età e gli anni di studio, il fatto è tanto vero quanto incredibile".

Al valore artistico universale della presente incisione (non solo dal punto di vista virtuosistico ma anche nella superba dizione fraseologica esibita e nella forza espressiva della lettura di Gaccetta dei capolavori paganiniani), si aggiunge un valore storico di grande rilievo: cinque Capricci della serie realizzata nel 1931 da Giuseppe Gaccetta non sono stati mai precedentemente registrati. Dunque i Capricci numero 15,19,11, 5 e 7 qui proposti rappresentano la prima documentazione discografica esistente.

Per volontà di Giuseppe Gaccetta e di un nutrito gruppo di musicisti nell'autunno 2OOO è stata costituita una Fondazione intitolata a Francesco Sfilio. Suddetta Fondazione non ha scopo di lucro e persegue le finalità di promozione della cultura ed in paricolare della diffusione del sistema didattico e di scuola di violino "Alta Cultura di Tecnica Violinistica" del Maestro Francesco Sfilio, attraverso un fitto programma di iniziative: dallo svolgimento di attività di formazione, qualificazione ed aggiornamento professionale in campo musicale - violinistico, con particolare riguardo ai giovani, alla creazione ed al finanziamento - anche mediante l'erogazione di premi e borse di studio - di una scuola intitolata al Maestro Sfilio.
Giorgio De Martino e-mail: demartino.giorgio@tin.it








cosa significa: weich, mittel, stark, plated, chrome, loop, ©, ®, ™, *...?